Cucina

Come Preparare le Cartucce Napoletane

Ben tornati cari lettori! Vi ho parlato della pasta di mandorle ed ora non resta che iniziare a descrivere le ricette da realizzare utilizzandola.

La prima che voglio descrivervi è quella delle maddalene, uno dei primi pasticcini che al sud i bambini assaggiano molto volentieri.

Per la sua realizzazione servono le cartine e i cannelli appositi che a volte è difficile reperire, difatti io ho portato avanti la mia ricerca per quasi due anni ed ora che ho trovato tutto l’occorrente per realizzarle sono davvero felice.

Per 1 kg abbondante di maddalene (circa 70 pezzi)
250 gr zucchero
250 gr burro
125 gr pasta di mandorle
4 uova medie
1 pizzico di sale
350 gr farina 00

Procedimento [Preparazione 15 minuti + Cottura 25 minuti]
Per comodità io ho utilizzato un mixer da cucina che avevo già sporcato per la realizzazione della pasta di mandorle.

Dopo aver preparato la pasta di mandorle svuotare il mixer e tritare finemente per ridurlo quasi in polvere lo zucchero. A questo punto unire il burro freddo tagliato a cubetti e azionare il mixer fino ad avere una sorta di pomata.
Quando il burro sarà ben montato con lo zucchero unire la pasta di
mandorle e il sale azionando il mixer ancora 2 minuti.
Unire quindi le uova uno alla volta azionando il mixer per qualche istante tra un’uovo e l’altro in modo che possano essere incorporate per bene.
Aggiunte tutte le uova unire anche la farina setacciata e azionare il mixer fino ad ottenere un composto liscio e semiliquido.
Ora che l’impasto è pronto travasarlo in una sacca da pasticcere a cui è stata inserita la bocchetta liscia con il foro da 1 cm. Foderare i cannelli con le cartine e disporli in piedi su una leccarda foderata da carta forno.
“Spruzzare” l’impasto all’interno di ogni cartina fino al limite del cannello, cuocendo l’impasto gonfierà arrivando al fuoriuscire dalla cartina.
Cuocere in forno caldo a 180°C per 20-25 minuti, la cottura può cambiare a seconda del forno, in modo che la cupoletta che si formerà abbia un bel colore dorato.

Una volta cotte le maddalene lasciarle raffreddare nei cannelli e quindi sformarle facendo attenzione a non tirare la carta.

Se desiderate conferire a questi dolcetti un sapore più deciso è possibile aggiungere all’impasto 3 gocce (SOLO 3 mi raccomando, è molto concentrato) di aroma di mandorla amara.

Sono dolci che se chiusi in una scatola di latta si conservano anche per 15 giorni, purtroppo a casa mia la prima volta hanno fatto difficoltà ad arrivare alle 24 ore data la grande golosità di tutta la famiglia.