Casa

Come Sfruttare il Sottoscala

Le scale interne possono essere di due tipi: a rampa o a chiocciola. Quella a rampa è la più tradizionale ed è anche la più pratica da usare. Quando lo spazio lo permette, viene eseguita in muratura, secondo l’impianto classico. In questo caso risulta piuttosto ingombrante, ma crea il vano sottostante del “sottoscala”, che può essere anch’esso sfruttato.

Il sottoscala si presta ad essere sfruttato al massimo. Se lo attrezzi in maniera conveniente, può offrire vani armadio, vani ripostiglio o anche a nicchia per raccogliere libri ed oggetti diversi. La sistemazione di questo spazio dipende dalle sue dimensioni, dalle tue necessità e dall’ambiente in cui si trova.

Se la scala si trova nell’ingresso, puoi sfruttare lo spazio ricavandone un armadio attaccapanni, un ripostiglio per gli attrezzi o valigie. Se si trova in un corridoio, puoi ricavare un armadio per le scarpe o anche sistemare un letto ribaltabile, utile in caso di ospiti. Se lo spazio a disposizione è poco e la scala in muratura risulta troppo ingombrante, ricorri alla scala a gradini liberi, cioè formati da un solo piano.

Sempre per guadagnare spazio, puoi eliminare l’alzata (cioè la parte di raccordo tra uno scalino e l’altro). Ti permetterà di sistemare i gradini non perfettamente a squadra l’uno con l’altro. La scala risulterà più ripida ma meno ingombrante. Come tocco originale, puoi aggiungere sul muro che la fiancheggia alcuni elementi d’arredamento, ad esempio mensole per libri, in modo da attuare, lungo la scala, una continuazione del soggiorno, utile a collegare maggiormente tra loro i vari piani.